BLOOMSDAY 2017 18/06/2017

Nell’ambito del festival
BLOOMSDAY 2017
una festa per Joyce

dal 16 al 18 giugno –
Trieste #vienicomesei

domenica 18 giugno, ore 11, Stazione Rogers
JAMES JOYCE, PROTOFEMMINISTA O LIBERTINO?

conferenza di Renzo S. Crivelli (Università di Trieste)
Joyce ha avuto un atteggiamento ambiguo nei confronti delle donne, che pure popolano le sue opere. In un caso, come in Dubliners, denuncia i guasti di una condizione femminile subordinata alle consuetudini e ai dettami di una Chiesa retrogada, in un altro, nel Portrait, accetta la realtà di coloro che vivono nei bordelli, ritraendo questo ruolo “sociale” in un’epoca che non sa cosa sia l’emancipazione della donna. Due facce della stessa medaglia: non sempre in contrasto, ambiguamente positive o negative. Femminista o libertino? Parlano per lui i suoi personaggi.
a seguire
LEGGERE L’ULISSE DI JOYCE

Presentazione del volume di Giuliana Bendelli (Università Cattolica di Milano)
Un libro (Milano, Vita e Pensiero, 2017) perfettamente in linea con lo spirito del Bloomsday triestino: lo sforzo di avvicinare quante più persone possibile all’esperienza – impegnativa ma estremamente gratificante e remunerativa – di leggere il capolavoro di Joyce, seguendo i suggerimenti di Massimo Bacigalupo, Giuliana Bendelli, Giulio Giorello ed Enrico Terrinoni.
Ne parla con l’autrice Renzo S. Crivelli.

Info:
www.museojoycetrieste.it
tel. 040 6758170/8182
museojoyce@comune.trieste.it