PROFICUA INATTUALITA DEL PENSIERO DEBOLE

CULTURA CHE PASSIONE

domenica 18 novembre, ore 11
PROFICUA INATTUALITA' DEL PENSIERO DEBOLE
incontro con Pier Aldo Rovatti

Da quando è nato, periodicamente, il pensiero debole è stato oggetto di pesanti censure (ora da parte del cosiddetto “nuovo realismo”), eppure, dopo quasi trent’anni, non solo esso conserva la sua attualità ma sembra ancora scarsamente compreso e realizzato nelle pratiche culturali.
Pier Aldo Rovatti ne riassume la vicenda e mostra come il suo nucleo essenzialmente etico, un’“etica minima”, contiene un potenziale critico che ancora poco si addice ai tempi abbastanza bui che stiamo vivendo. In questo senso il pensiero debole può essere considerato un pensiero inattuale.

Prossimi incontri:

domenica 25 novembre, ore 11
Carlo de Incontrera
La festa della musica

domenica 2 dicembre, ore 11
Federica Zanco, Rolf Fehlbaum
VITRA un eccellente incontro (tra industria e cultura)

A conclusione
Omaggio a Renato Nicolini
L’Estate romana
Un effimero lungo nove anni