rogers now! la città radiosa

E’un progetto di Public Art che consegue a “Public art a Trieste e dintorni”, la complessa operazione svoltasi tra il 2007 e il 2008 sul territorio del capoluogo giuliano.

E’ nato da una volontà di individuare luoghi abbandonati, disabitati e dismessi, in una parola de- antropizzati, della città di Trieste e della sua Provincia. I luoghi riguardano sia strutture architettoniche che spazi aperti, parchi o giardini abbandonati, o quegli interstizi anonimi – che Jilles Clément definirebbe “spazi indecisi” –lacerti di insediamenti naturali ai margini delle costruzioni, che s’insinuano nel tessuto del territorio urbano e soprattutto suburbano.

Il progetto, aperto ai giovani e a nuove idee, riveste anche una funzione educativa in quanto si propone di far conoscere luoghi dimenticati e accantonati della nostra città, di stimolare la loro scoperta e relativa indagine per un approfondimento cognitivo ed una successiva eventuale revitalizzazione. Quest’ultima da effettuarsi tramite i linguaggi ibridati dell’espressività contemporanea e le più aggiornate versioni della ricerca architettonica/urbanistica, sì da integrare passato e futuro, con uno sguardo attento all’ambiente.

E’ un progetto collettivo che insiste sul territorio con l’obiettivo di provocarne una rinnovata sensibilizzazione e una consapevole appropriazione. Necessita di un sito web altamente interattivo, creato ad hoc, articolato in tre segmenti in quanto il progetto prevede tre fasi distinte :

1)    Mappatura o censimento dei siti pubblici o privati definibili come “luoghi dismessi”
2)    Progettazione di interventi
3)    Realizzazione di uno e più interventi progettati

La mappatura è lo strumento base di conoscenza che fornisce i dati multimediali (immagini, suoni, video, contributi testuali raccolti nel contenitore web) su cui poi intessere i propri ragionamenti ed ideazioni d’intervento. L’inserimento dei dati multimediali relativi ai luoghi censiti rispetta un protocollo di massima definito nel corso della strutturazione del sito. L’operazione oltre ad essere funzionale e propedeutica alle fasi successive, con il carattere fondante dunque di data-base, acquista una sua dignità autonoma di vera e propria opera d’arte sociale. Se con la costruzione del sito l’operazione può considerarsi conclusa nella sua fase strutturale, essa tuttavia è l’inizio di un percorso di ricerca territoriale e di variegata informazione, aperto a tutta la cittadinanza, auspicando un ampio coinvolgimento, in pratica infinito. L’intento è quello di promuovere un diverso più approfondito interesse per il territorio in cui si svolge la nostra vita, e di conseguenza una rinnovata coscienza degli spazi urbani e suburbani in cui essa si compie.

La realizzazione del sito web interattivo avviene con il sostegno della Provincia di Trieste.
Inoltre tutto il progetto gode del patrocinio della Provincia di Trieste.

Data: 
25 Set 2009 18:30