ROGERSBOOK - Chiari pensieri d'amore

giovedì 21 dicembre ore 17.30
Chiari pensieri d'amore

di Francesco Carbone
Roma, L'erudita, 2017
Presentazione di Marzio Porro

Sarebbe bello che si allargasse il circolo di chi conosce una voce preziosa: Irremeabile. Leopardi la usa una sola volta nello Zibaldone: irremeabile è ciò che, perduto nel tempo, «non può tornare indietro», ma risveglia «un'idea senza limiti, e non possibile a concepirsi interamente» (Zib., 20. Agos. 1821). Senza tornare, il passato così torna, innerva il presente ed è profetico.
Chiari pensieri d’amore potrebbe esser letto come un breve Atlante dell’Irremeabilità. Offre dodici saggi di ‘pagine postume pubblicate in vita’, fragmenta ilari e apocalittici - e cioè rivelatori - di una possibile vita estrosa. C’è Trieste, l’infanzia, la vecchiaia, l’al di là, il polverizzarsi carnevalesco dell’ego: fino a quelle microparticelle appena teoriche chiamate stringhe. Cerca il modo arduo e calmo con cui ciò che forse è eterno permane tra le cose e i pensieri, tenendo socchiuso nell’anima uno spazio musicalmente ostinato, complesso, irridente, euforico malgrado tutto: forse la Gioia stessa.

Francesco Carbone: ha scritto Da Hitler a Casablanca via Hollywood Cineasti ebrei in fuga dal nazismo (EUT Edizioni Università di Trieste, 2011); l’operetta morale I privilegi dell’ignoranza (et al., Milano 2013). Per il teatro ha scritto: …procederò per un altro poco (Festival della drammaturgia contemporanea" del Politeama Rossetti, 1996) Pinocchio e basta! (Mittelfest di Cividale, 1999) e Marco Polo va in Oriente (Comune di Trieste, 2005). Dopo aver collaborato con “Pickwick”, ha realizzato la rivista on-line di letteratura e arte il compagno segreto.